Pakistan: Peshawar 49 morti e oltre 100 i feriti

L’attentato di oggi è l’undicesimo e più cruento dall’inizio dell’anno nella sola Peshawar. Nella città sono morte, da gennaio 121 persone in attentati.

Il mercato della cittadina di Peshawar è stato soggetto ancora una volta da un attacco letale. L’esplosione che i funzionari di polizia e di sicurezza sospettano è stata causata da una bomba di auto suicidi, contenente più di 100 kg di esplosivi. E’ il secondo attacco militare in una settimana dopo il bombardamento di un’agenzia ONU. Peshawar, la capitale della provincia nord occidentale, è stata a lungo un facile bersaglio per i militanti e inoltre è fondamentale sia per i talebani che per il governo a causa della sua vicinanza alla frontiera montuosa. Inoltre la città è strategica per la NATO perché usata come un Hub di trasporto per forniture dirette all’Afghanistan. La maggioranza delle vittime sono passeggeri che viaggiavano in un minibus pubblico, che stava passando vicino all’autobomba.

ATTACCO A FORZE NATO il 9-10-09 in Pakistan c’è stato anche un attacco Kamikaze  contro i rifornimenti per le truppe Nato. Sei camion con carburante e beni destinati all’Isaf, sono stati attaccati nella Provincia della Frontiera del nordovest da insorti islamici. Lo ha annunciato la polizia pakistana: «Sei veicoli sono stati incendiati in un quartiere della periferia di Peshawar». I talebani pachistani attaccano regolarmente i convogli destinati alla Nato e Onu che combattono contro i Talebani afghani, dall’altra parte della frontiera.

 

Attacco all’ambasciata indiana

17 morti e oltre 70 feriti: l’esito dell’attentato della mattina dell’ 8/10/09 contro l’ambasciata indiana a Kabul, fra i quali presenti molti civili. I sospetti sono Talebani. Lo scenario è sempre lo stesso: un’auto carica di esplosivo condotta da un kamikaze si è lanciata contro la sede dell’ambasciata, nel centro della capitale afgana. Nell’esplosione sono stati gravemente danneggiati anche alcuni edifici vicini. Tra le vittime ci sono anche membri delle forze di sicurezza. L’ambasciata indiana è già stata colpita nel 2008 sempre da un’autobomba provocando la morte di 58 persone e 141 feriti.

Bresciani Marco

Croci Matteo

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: